Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Kindle Italia | November 21, 2014

Scroll to top

Top

30 Comments

VIDEO GUIDE - Come navigare GRATIS ovunque con il Kindle

Marco Giacomello

01012010098 225x300 VIDEO GUIDE   Come navigare GRATIS ovunque con il Kindle

Uno degli argomenti più controversi e discussi nel nostro sito, è quello sulla navigazione FREE con il kindle – dopo gli ultimi aggiornamenti firmware e non solo – da parte di Amazon. Pare infatti che sia diventato per molti impossibile, navigare su siti diversi da wikipedia.com e dallo shop di amazon. Eccovi quindi una videoguida per mostrarvi come risolvere il problema, e tornare ad una navigazione FREE COMPLETA!

 

Le modifiche e le indicazioni proposte nel video, sono da considerarsi a puro scopo valutativo e di test – Kindleitalia.com e l’autore del video NON si assumono alcuna responsabilità per eventuali problemi e conseguenze derivanti dall’utilizzo della procedura indicata.

  • marco

    la prova l’hai fatto con il kindle dx, ma funziona uguale anche con il kindle da 6’?

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @marco: Si, funziona con tutti i KINDLE! Testato anche sul Kindle 2!

  • Giovanni

    @Marco

    toglimi una curiosità, ma del vecchio Kindle DX che ne hai fatto? Venduto?

  • ingdestino

    Ma anziche` deregistrare, non e` sufficiente entare nel proprio account amazon, accedere a “Manage your Kindle” e aggiungere alla voce “Your country” un nuovo indirizzo USA?
    Con il mio dx funziona correttamente (almeno per ora). ;)

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @ Giovanni

    Sisi, già venduto! ;-)

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @ingdestino: Si, teoricamente è lo stesso! Ho fatto vedere il processo di deregistrazione, in quanto alcuni hanno avuto problemi cambiando solo la voce your country! Cmq il risultato attualmente è lo stesso!

  • http://www.xoen.org Aldo “xoen” Giambelluca

    Mmm…se il DX avesse il Wi-Fi sarebbe perfetto: Con il 3G si acquista e si usa Wikipedia (magari anche le versioni non in inglese) mentre con il Wi-Fi si naviga tranquillamente.

    Scusate se faccio il guastafeste, ma non viola in qualche modo la licenza Amazon? Si dichiara il falso, poi il fatto che l’indirizzo associato alla carta di credito sia diverso non insospettisce? Non è che poi Amazon scopre la cosa e ci fa pagare tutto il traffico 3G extra o peggio blocca l’account facendo perdere tutti i libri etc?

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @ Aldo “xoen” Giambelluca

    Partendo dal presupposto che la dimostrazione è a puro scopo di dimostrazione e di test..quindi ognuno risponde personalmente..;-)
    diciamo che proprio per il fatto che sia così semplice superare questa limitazione, non vedo motivi di allarmarsi! In secondo luogo, il traffico è così ridotto in termini di kb scaricati (ricordiamo che non si caricano video o contenuti pesanti), che forse Amazon ci ha lasciato questa possibilità. Non penso infine violi la licenza Amazon, non andiamo a modificare il firmware in alcun modo – e neppure l’hardware! Non è nell’interesse di amazon, la quale sta stravendendo i nuovi kindle pensare di fare mosse del genere rimborsa il traffico 3g o blocchi di account!
    ciao,
    mg

  • http://daltrixweb.blogspot.com daltrixweb

    Grandi ragazzi!! Dopo questa grande notizia ho prenotato su amazon.com un kindle 6” wi-fi + 3g color graphite + una cover black **
    e lo userò all’università!! basta libri!!!

  • fast83

    Veramente, se Amazon si accorge che il vostro traffico dati proviene solo ed esclusivamente dall’Italia, nonché che acquistate con carta di credito italiana, può tranquillamente bannare il vostro account, e così facendo farvi perdere ogni diritto su ciò che avete eventualmente acquistato fino a quel momento. D’altra parte, se guardate bene, c’é scritto che si può cambiare regione in caso di spostamenti, ma è sottinteso che o lo spostamento è momentaneo (e allora non ci sono problemi) o è definitivo (e chiaramente se mi trasferisco negli USA il mio Kindle non si connette ad un provider italiano…).
    Io aspetterei di vedere come si evolve la situazione…

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @ fast83

    La questione secondo me è un tantino più complessa, per quanto riguarda un possibile bannaggio da parte di Amazon:

    Poniamo questo esempio:
    – Potendo navigare su wikipedia.com, io potrei navigarci tranquillamente tutto il giorno e fare traffico dati a dismisura. Se invece che su wikipedia.com, navigo su corriere.it oppure altro sito – produco traffico dati ugualmente. Traffico dati che a meno di violazioni della privacy assurde, non può essere monitorato da amazon. Ossia Amazon (tra l’altro in caso sarebbero il gestore telefonico al quale si appoggia nello stato e nel momento e nella zona in cui ci connettiamo – minuto per minuto), non può e non deve sapere cosa e come vediamo sul nostro kindle! Altrimenti se potessero fare ciò, sarebbero fra l’altro ‘intercettabili’ anche tutti i nostri file privati che carichiamo direttamente tramite usb. Mi spiego meglio, traffico dati per traffico dati – non credo e non penso che amazon possa vagliare da quali siti provenga. Non può sapere cosa e come ho cercato su wikipedia – e di conseguenza non può sapere se quel traffico dati proviene da altri siti. V’è poi la questione della possibilità di collegarsi a fb o a twitter, altro traffico dati che produciamo!

    Ovviamente, tutte queste sono solo ipotesi – e poi si deve ricordare che il Kindle è un dispositivo di lettura – non per navigare! Anche se alle volte, può far molto molto molto comodo!

    Quindi in caso fino ad evoluzione definitive, il consiglio è: PROVARE ED IN CASO USARE CON PARSIMONIA! :-)

    !!! SCOPO DEL VIDEO E’ SOLO QUELLO DI MOSTRARE LE POSSIBILI FUNZIONI AVANZATE DEL DISPOSITIVO KINDLE DX !!!

    Ciao e grazie del commento,

    Marco

  • Anton

    Accidenti già venduto l’altro? Peccato mi sarebbe piaciuto un test comparativo del contrasto tra vecchio e nuovo ^^

  • fast83

    @Marco

    Capisco il tuo esempio, e tranquillamente credo possiamo con ragione credere che Amazon non “vigili” nel senso stretto della parola su cosa guardiamo sul nostro sito.
    Altra, e ben differente, cosa, è invece il fatto che ogni Kindle abbia il suo univoco seriale, nonché indirizzo IP, e che sia collegato al nostro account, e più in generale, ad Amazonstessa. Basta pensare che quando acquisto un libro, posso scegliere a quale Kindle mandarlo (se ne possiedo più di uno (e sarà il mio caso a fine agosto, web o non web :D)), per cui da qui la sicurezza che Amazon sappia esattamente dov’è un determinato Kindle e a chi appartenga.
    Detto questo, ad Amazon basta fare 2+2 e semplicemente controllare le fatture che gli arrivano dai gestori di tutto il mondo (di sicuro Voda, Tim, Wind e 3 non gli danno roamin aggratis…;)), e fare un cross-check con gli indirizzi IP. Non controllerebbero cosa hai visitato, ma semplicemente DA DOVE ti sei collegato… a questo punto abbinano indirizzo statunitense a traffico italiano, e siamo fritti… io manderò una mail al supporto del Kindle, ma di sicuro non muoio senza Web browsing, per cui per ora mi accontento di leggere e basta…;)

  • fast83

    P.s. Ieri sera ho aggiornato al 2.5.4 manualmente, stamattina mi sono ritrovato con il 2.5.6… alla faccia che è un firmware solo per utenti US…:D

  • http://www.xoen.org Aldo “xoen” Giambelluca

    @fast83: Facci sapere cosa ti rispondono da Amazon, come dici tu appunto per loro sarebbe semplicissimo verificare se tutto il traffico è generato in Italia, la carta di credito è Italiana, etc, etc…e poi penso che ad Amazon conoscano che c’è questo trucchetto del deregistrare il Kindle.

    Chissà come finirà, certo è che se permettessero di navigare liberamente a tutti via 3G venderebbero un casino di Kindle e libri in più, sarebbe tutto a loro vantaggio!

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @ fast 83 @ Aldo “xoen” Giambelluca

    Sull’indirizzo ip univoco ed identificativo sono d’accordo – però il fatto è che amazon compra anticipatamente ‘pacchetti dati’ dai gestori, in modo da poter farci generare traffico dati! Non v’è al momento una fatturazione consuntiva, ma solo un acquisto dati preventivo a forfait! Tecnicamente poi non è roaming per noi, e nemmeno per amazon in quanto ad esempio nel nostro caso, il traffico dati noi lo generiamo in italia da gestore italiano! Forse le cose cambieranno se il traffico dati generato all’estero aumenterà…attendiamo aggiornamenti… ;-)

    Buon week end e buon ferragosto!

    Ciao,

    Marco

  • fast83

    Ho appena mandato una mail lunga un chilometro a kindle2-feedback@amazon.com… vediamo cosa mi rispondono… non ci spero tantissimo, ma almeno ho fatto sentire la mia voce! Mandate anche voi una mail e chiedete il web browsing a gran voce!!
    Appena mi rispondono vi faccio sapere!

  • http://www.xoen.org Aldo “xoen” Giambelluca

    @Marco Giacomello:
    > Tecnicamente poi non è roaming per noi, e nemmeno per amazon
    > in quanto ad esempio nel nostro caso, il traffico dati noi lo generiamo
    > in italia da gestore italiano!

    In che senso non è Roaming? La SIM dentro il Kindle non è di un qualche gestore americano?
    Se la SIM è, ad esempio, di Wind e navighiamo in Italia allora non è roaming ma se la SIM è di un gestore americano e navighiamo qui c’è roaming invece, o sbaglio?

    > Buon week end e buon ferragosto!

    Buon ferragosto a tutti ;)

  • Simone

    Salve ragazzi, vorrei comprare il kindle. La mia richiesta à paticolare….qualcuno potrebbe fare questa prova per favore?
    Si collga a questa pagina:
    https://webmail.apps4rent.com/owa/auth/logon.aspx?replaceCurrent=1&url=https%3a%2f%2fwebmail.apps4rent.com%2fowa%2f

    Eè una web mail su exchange della mia azienda…sarebbe fantastco riuscire ad accedere a questo indirzzo, potrei leggere le mail!

    Inoltre, c’è la possibilità secondo voi di allegare dei file? Cioè, visto che la webmal lo prevedere, un pò come se apriamo la nostra posta di google ecc… Si potrebbe allegare un file presente nel dispositivo? Anche se il dispositivo non lo lo apre…? Per esempio, carico alcuni file escel, che non mi interessa visualizzarli, ma averli solo per allegarli quando invio una mail, secondo ovi sarebbe possibile?

    Grazie in anticpo.
    Simone

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @ Simone Ciao Simone, mi dispiace ma ad una prima prova la pagina non viene aperta! A quanto ho verificato apre al momento solo gmail per quanto riguarda la lettura/scrittura di email! Risposta negativa anche per quanto riguarda l’allegazione di file! Ciao, Marco

  • Simone

    MARCO Grazie 1000! ciao!

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    [UPDATE]
    Domattina su Kindleitalia.com una bella videorecensione del nuovo Kindle 3 Graphite e della nuova custodia con luce integrata!
    Non perdetevela!

  • http://www.stefano.it Stefano “Galla”

    Ho navigato per mesi tranquillamente senza dover cambiare la nazione fino a quando ho venduto il mio kindle a un amico. Io mi sono deregistrato e lui si è registrato e ora la navigazione libera è bloccata.
    E’ vero che è possibile sostituire la nazione come dice il video (a proposito, non è assolutamente necessario deregistrare il Kindle, basta farlo riavviare completamente tenendo l’interruttore per oltre 15 secondi) ma se avete degli abbonamenti dovrete pagare il traffico per l’invio dei file (per esempio il quotidiano) che ricevete.

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @Stefano "Galla": la deregistrazione è stata specificata nel video, visti i problemi incontrati da alcuni utilizzatori di Kindle nel processo di cambio residenza! Grazie del tuo intervento e delle tue informazioni!

  • rivoli

    cambiando la nazione di residenza da italia a stati uniti permette di navigare senza problemi, si, ma permette anche di acquistare libri non distribuiti in europa e in generale di pagare meno quelli disponibili anche qui.
    per questo motivo è possibile che amazon chieda, dopo uno o più acquisti di ebook, di dimostrare l’effettiva residenza negli stati uniti, o reimpostarla in modo che sia coerente con il paese in cui i libri vengono scaricati.
    cioè, se dici di vivere negli stati uniti, ma poi scarichi e navighi dall’italia questo è un problema, perché non paghi le tasse su quello che compri.

  • ggg

    a me e’ successo per un (mio) errore….

    dopo un viaggio “lungo” ho dimenticato di reimpostare a “Italia” la mia nazione di residenza, ho scaricato un libro (gratuito), ma, per qualche strana ragione “available only in USA” (boh… mo me lo cerco in pdf che lo trovo di certo senza rotture) e mi e’ arrivata mail da Amazon chiedendomi di 1. aggiustare la mia residenza se impostata per errore (come nel mio caso) o 2. dimostrare la mia residenza USA….
    (ovviamente ho rapidamente risistemato la mia residenza a quella corretta)

    Capisco il problema delle tasse… l’evasione e’ una bruttissima cosa (lo dico, davvero, senza ironia, gli evasori sono solo degli squallidi parassiti), ma la protezione degli interessi di alcuni nostri importatori e’ forse una cosa ancora piu’ brutta.

  • Chiara

    ma il problema del blocco riguarda solo il 3g o è anche per il wireless?

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @Chiara: solo il 3g! ciao, Marco

  • Chiara

    grazie per la velocità! ^^

  • Ciccio

    Salve, due domande da neofita:
    1) col web-browser del Kindle, che leggo essere molto semplice, posso gestire la posta (ad esempio, si riesce ad entrare in Tiscali mail o libero)?
    2) col trucchetto del cambio di residenza, posso connettermi da tutta Europa?
    Grazie