Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Kindle Italia | April 16, 2014

Scroll to top

Top

10 Comments

Ancora eBook italiani su Amazon

Alessandro Veroli

annadeitettiverdi Ancora eBook italiani su Amazon

La crescita di materiale italiano su Amazon non si ferma, anche se i numeri dietro a questo trend positivo sono ancora bassi.

Finora le versioni digitali dei libri sembra aver attirato per lo più piccoli editori, i quali avranno sicuramente fiutato questo mezzo come l’unico per abbattere i numerosi costi che una piccola casa editrice deve sostenere.

Oggi vogliamo parlarvi de Il Gatto e la Luna, una piccola casa editrice che è riuscita a pubblicare un suo libro su Amazon; il libro in questione è il primo della famosa serie Anna dai Capelli Rossi e il suo titolo preciso è Anna dei Tetti Verdi

Io sinceramente pensavo di conoscere tutta la vicenda di Anna, in quanto da piccolo avevo visto il cartone giapponese, ma leggendo il blog di questo editore ho scoperto che la storia del cartone copre solo il primo libro mentre la collana intera è la seguente:

1 Anna dei Tetti Verdi – 1908 (11 anni—16 anni)
2 Anna di Avonlea 1909 (16—18)
3 Anna dell’isola 1915 (18—22)
4 Anna dei Pioppi Fruscianti 1936 (22—25)
5 La casa dei sogni di Anna 1917 (25—27)
6 Anna di Ingleside 1939 (34—40)
7 La valle dell’arcobaleno 1919 (41)
8 Rilla di Ingleside 1921 (49—53)

Speriamo di vederla molto presto, per intero, sul Kindle Store!

  • …mmm, fondamentale…

    Adesso si che si parla di progresso. Utilissimo specialmente sotto i 10 anni, proprio il target del kindle!
    Mah

  • Alessandro Veroli

    in questi anni di esperienza personale tra blog e community ho sempre notato come molto spesso, dietro a commenti quanto mai satirici e incostruttivi come il tuo si tenda sempre a nascondere il proprio nome, un po’ l’equivalente reale di tirare il sasso e nascondere la mano.

    Cioè io non metto in dubbio l’oggetto del tuo messaggio, che ha le sue basi di verità, però messo così sa di scherno e sinceramente credo dia fastidio a chi sta cercando di diffondere i testi in lingua italiana su Amazon.

    E poi, tanto per entrare in oggetto, se la collana di Anna dai Capelli Rossi arriva oltre i suoi 50 anni, non penso proprio che il target sia quello che tu dici… perchè se dovessi seguire il tuo ragionamento Il Diario di Anna Frank, scritto da una quindicenne, dovrebbe avere lo stesso target ed invece è venduto e letto in ogni parte del globo da qualunque fascia di età!

  • Gianni

    Alessandro,
    Sono d’accordo sulla tua disamina ma a parte le modailita’ e il tono polemico dell”anonimo non possiamo nasconderci dietro un dito e far finta che chi come me legge molto e possiede un Kindle Dx sia soddisfato di quanto si trovi da scaricare…. finora solo pochi libri e non sempre di prim’ordine, cosa che di certo non invogliera’ a comprare il Kindle a chi legge solo in Italiano, capisco che il rischio commerciale esiste e le grandi case editrici non vogliono rischiare in un nuovo mercato… classica soluzione di NOI Italiani… vediamo cosa succede agli altri e poi (quando e’ troppo tardi) ci adeguiamo..
    salutazioni

  • Alessandro Veroli

    Ovviamente Gianni, il problema esiste e se ci fai caso è stato trattato da questo blog in molteplici articolo, arrivando addirittura a proporre come unica soluzione quella del materiale reperibile dai canali P2P.

    Purtroppo io sono nella tua stessa situazione, con il mio Kindle DX che brama di ricevere romanzi e quant’altro in lingua italiana, ma non posso che lodare l’audacia di questi piccoli editori che si danno da fare per muovere il mercato, anche se ovviamente non possono disporre di titoli altisonanti da inserire nello Store!

  • Fabrizio Liberati

    Caro Alessandro, ecco il mio nome e cognome. Stai tranquillo, non sono uno di quei disfattisti che getta fango su qualcosa che tra l’altro neanche possiede.
    A me interessa molto poco la disponibilità di testi in italiano, leggo libri in inglese da quasi vent’anni ormai (non ricordo nemmeno, quando leggo un libro, in che lingua fosse).
    Lode a chi si impegna in questa “nuova” esperienza di ebook italiani, ma…andiamo, vogliamo diffondere il mezzo? E allora le cose da pubblicare son ben altre. Testi scientifici fatti bene, bestsellers, autori importanti.
    Tra le altre cose come fai a mettere a confronto un documento storico praticamente, come il diario di Anna Frank, con Anna dai capelli rossi? Solo perché si chiamano Anna tutte e due. Andiamo, dai…

  • Antonio

    concordo sul fatto che le cose vadano fatte per gradi. “testi scientifici fatti bene”, bestsellers, autori importanti sono tutti relativi alla “fase 2″. I grandi editori che sicuramente non vogliono perdere soldi investiti in onerosi contratti che hanno come oggetto la carta stampata non potranno mai buttarsi o incoraggiare in una cosa del genere. Lo faranno senz’altro, quando saranno costretti. Le auto a benzina docet.

    Antonio (un piccolo editore con in mano il suo kindle appena arrivato) :)

  • http://www.xoen.org Aldo “xoen” Giambelluca

    Il Kindle 3 parte da ~150 € e credo che venderà parecchio, spero che venda molto bene anche in Italia (anche se appunto con pochi libri in italiano…) e che comincino a fioccare i libri in Italiano, solo così potrà diffondersi. Anche se i libri in inglese, specie quelli tecnici, non sono affatto male, anzi…

  • Massimo

    Buongiorno. Vista la vostra conoscenza dell’argomento, posso utilizzare il Kindle DX acquiatando ebook dalla Feltrinelli online, o sono limitato all’utilizzo esclusivo di Amazon?
    Grazie

  • http://www.marcogiacomello.com Marco Giacomello

    @Massimo: Dipende dal formato degli ebook (pdf, epub) e dal tipo di protezione applicata al singolo libro (drm). Altre risposte alle tue domande le puoi trovare sul nostro forum: http://www.nonsoloebook.com/forum

  • Gianni

    Rispondo a Massimo con sincerità, perchè, Marco, noi non siamo come i fan della Apple, che sono felici con quei quattro programmini incompatibili col resto dell’universo, no?
    Massimo, no, non potrai leggerli i libri della Feltrinelli né qualunque altro editore perché tutti (tutti) i libri che sono sotto copyright sono protetti con uno dei due tipi principali di DRM, che il Kindle non supporta. Certo, puoi sempre comprarli attraverso il tuo computer, ma poi devi sproteggerli e convertirli in .mobi. Per ora ti devi accontentare di libri in inglese, quindi sei in un vicolo cieco. Sembra, ma ho dei dubbi, che il kindle si aprirà al DRM adobe e poi sì che potremo finalmente leggere dei veri ebook, oppure la seconda possibilità è che amazon.it cominci a pubblicare ebook proprietari in lingua italiana. Il terzo sistema è quello illegale, in internet ci sono quache centinaio di titoli moderni (romanzi e saggi), ma chiaramente non ti dirò dove cercarli. Ho un kindle 2 che amo molto, tanto perché non facciate strani pensieri, e onestamente do’ alla Amazon un anno, poi passo ad altro, al Nook o il nuovo e-reader Google. Essere presi per fessi dalla Amazon non è piacevole, odio la Apple per questo…