Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Kindle Italia | April 18, 2014

Scroll to top

Top

4 Comments

Amazon si rivolge al mercato Retail per distribuire Kindle

Fiorenzo Pilla

kindle walmart 300x130 Amazon si rivolge al mercato Retail per distribuire Kindle

La notizia, anche se limitata al mercato USA, è di quelle che segnano un cambiamento: Amazon apre al Retail per distribuire il proprio Kindle.

A partire dal 15 novembre, infatti, tutti i prodoti della famiglia Kindle (Fire, Touch e Standard) saranno disponibili per l’acquisto in oltre sedicimila punti vendita sparsi in tutto il territorio degli Stati Uniti; grandi catene di distribuzione, come Walmart e Staples, dove si potranno acquistare i device targati Amazon, senza dover ricorrere a ordini on line e senza la conseguente e inevitabile, per quanto breve possa essere, attesa per la consegna.

Il prezzo sarà il medesimo dei lettori disponibili sul web: 79 dollari per il Kindle, 99 per il Kindle Touch, 149 per il Kindle 3G e 199 dollari per il Kindle Fire, con il vantaggio di non dover sostenere eventuali costi aggiuntivi per spedizione e ricezione in tempi brevi.

Una svolta, sia perchè, come afferma entusiasticamente Amazon nella propria press release, a differenza di quanto accaduto fino ad oggi si potrà vedere e testare il prodotto prima di acquistarlo sia (e soprattutto) perchè Amazon abbandona la logica dell’impatto immateriale che accompagna un brand celebre per scendere in diretta competizione con i produttori che hanno scelto punti vendita “fisici” per la distribuzione dei propri prodotti.

E non si può non guardare a questa mossa anche nell’ottica di una risposta sul campo a chi, in tutti i confronti con tablet e lettori della famiglia Kindle, ha posto fin ora l’accento sulla più semplice reperibilità e sull’immediatezza dell’acquisto dei lettori concorrenti, Barnes & Nobles su tutti.

Scelta sicuramente condivisibile, che permette ai consumatori un approccio più semplice al prodotto e ad Amazon di rivolgersi ad una fascia di mercato, coloro che per diversi motivi non possono o non vogliono acquistare on-line, che fino ad ora era rimasta fuori dal target di potenziali clienti; il tutto in un’ottica di espansione che renderà, di sicuro, ancor più accesta la competizione in un mercato già estremamente vivo.

  • Gianluca A.

    Ottimo! E’ solo un sogno, ma sarebbe ottimale, qui in Italia, riuscire a comperare un vero e-reader nei negozi a 99 euro. Vorrebbe dire diffusione capillare!

  • Daniele

    Ma la data ufficiale dell’uscita in Italia non la si conosce ancora vero?

    Mi sembra si parli di metà Dicembre… non è che poi da noi per via delle politiche interne e del Natale c’è la possibilità che venga venduto ad un prezzo più alto del semplice rapporto Euro/Dollaro?

    Noto che questa attesa fa un po spazientire i possibili acquirenti, che il più delle volte sono ignari di cosa sia un e-book e poi imbattendosi nel web o su Amazon scoprono il Kindle e tutto quello che ci sta dietro… peccato che alla fine non essendoci alternativa e con il natale alle porte si comprano il Sony… secondo me se la sta giocando un pò male mamma Amazon… IMHO

  • beppe

    alle catene di distribuzione citate aggiungo TARGET e BESTBUY. Io ho acquistato il kindle a new york la scorsa settimana presso il negozio bestbuy di union square mentre in quello della 5° strada era esaurito.

  • cosimo

    Secondo me il problema non è acquistare il kindle ma avere gli ebook compatibili, in italiano, disponibili sul sito amazon a prezzi scontati (così come già avviene con i libri cartacei). Quest’estate si dava per imminente un accordo Mondadori-Amazon in tal senso ma fino ad ora niente. Qualche notizia a riguardo?